Cos’è la violenza

È un crimine e rappresenta una violazione fondamentale dei diritti umani che investe tutte le culture, le classi, le etnie, i livelli di istruzione, di reddito, tutte le fasce d’età, rappresentando la manifestazione più brutale della disparità storica nei rapporti di forza tra i generi, che ha frenato e a volte impedito l’autonomia, l’autodeterminazione e le scelte di libertà delle donne di tutto il mondo.
La violenza è causata dalla disparità nella relazione di coppia esercitata dall’uomo sulla donna e tra chi subisce la violenza e la persona che la esercita vi è sempre un legame affettivo:

  • Riguarda donne di ogni estrazione sociale e culturale;
  • Avviene soprattutto in ambito familiare;
  • È un trauma grave che tende a cronicizzarsi nel tempo e vissuto come una profonda umiliazione e minaccia di vita;
  • Ha effetti a breve e lungo termine sulla salute psico-fisica della donna e su chi vi assiste.

Tipi di Violenza

Fisica

Ogni forma di maltrattamento e aggressività contro la donna, contro il suo corpo e sulle cose di sua proprietà. Mira ad imporle con la forza un ruolo di sottomissione.
Es. schiaffi, punti, calci, spintoni, distruzione di oggetti e cose a cui tieni molto.

Sessuale

Ogni forma di imposizione di coinvolgimento in attività e/o rapporti sessuali senza il consenso della donna.
Es. rapporti sessuali forzati, costrizione a guardare o utilizzare materiale pornografico, richieste di rapporti sessuali impliciti e/o espliciti contro il suo volere, ricatti e/o minacce a seguito di rifiuti.

Economica

Controllo e privazione della indipendenza economica della donna che limitano e impediscono di disporre del proprio denaro, avere un lavoro, acquistare liberamente.

Psicologica

Si accompagna spesso alla violenza fisica e spesso la precede, e ciò comporta a lungo termine perdita di autonomia e capacità di reazione da parte della vittima.
Attacchi diretti a colpire la dignità personale della donna, forme di mancanza di rispetto nei suoi confronti, atteggiamenti volti a ribadire il suo stato di dipendenza e la sua condizione di inferiorità.
Es. insulti, umiliazioni, critiche, denigrazioni, controllo, tentativo di isolamenti dai suoi amici e familiari, minacce rivolte contro di lei, contro i figli e contro la sua famiglia.

Assistita

Witnessing violence – Atti di violenza psicologica, fisica, sessuale ed economica compiuti su figure affettive di riferimento, di cui il bambino fa esperienza direttamente, indirettamente o percependone gli effetti.
Es. se una mamma viene insultata, svalutata, picchiata, davanti ai figli, oltre ad indebolirsi non è più rispettata e non viene vissuta dai figli come figura di riferimento genitoriale e forte in grado di accudirli, tutelarli e guidarli.

Stalking

È una vera e propria forma di persecuzione che si protrae nel tempo, fa sentire la donna controllata e in uno stato di tensione e pericolo costante. Generalmente avviene al termine di una relazione o nei casi in cui non si è ricambiati nel sentimento.
Es. telefonate a qualsiasi ora del giorno e della notte, pedinamenti, intrusioni nella vita lavorativa e privata, utilizzo di amici e parenti per comunicare, controllare, molestare.